Crea sito

ZAMENHOF Leon

ZAMENHOF Leon

Leon Zamenhof (in russo il cognome Zamenhof era preceduto dal patronimico  'Markovitch  , come risulta anche da alcuni documenti) (medico, chirurgo ed otorinolaringoiatra polacco, Varsavia, Polonia, 31 ottobre 1875  - Varsavia, Polonia, 7 febbraio 1934).
Fratello di Ludwik Lejzer (1859-1917), il creatore dell'Esperanto, era un noto medico, specialista delle malattie della gola.
Iscrittosi alla facoltà di Medicina dell’Università di Varsavia, vi conseguì la laurea nel 1892. Successivamente si specializzò nelle malattie dell’apparato polmonare e di orecchio, naso e gola presso lo Szpital Starozakonnych na Czystem di Varsavia (l’Ospedale ebraico ortodosso) lavorando sotto l’otorinolaringoiatra Leopold Stanislaw Lubliner. Dopo la parentesi della guerra russo-giapponese, in cui servì come medico militare, ed alcuni corsi a Parigi, tornò a Varsavia dove lavorò sia nel reparto dell’ospedale di Czystem sia in ambulatori della “Jewish Help”.
Fu autore di numerose pubblicazioni mediche, tra cui "Historii medycyny" (“Storia della Medicina").
Al centro dell’interesse di Leon fu anche lo studio della sordità e delle sue cause, che egli imputava anche a fattori di ordine psicologico. Centro delle sue preoccupazioni fu il tentativo di inserimento nella società dei bambini sordi per i quali organizzò anche una scuola ebraica cercando nel contempo di cambiare l’atteggiamento della società nei loro confronti.
Abbracciò il progetto del fratello Ludwik L. della creazione della lingua universale dell’Esperanto tanto da pubblicare numerosi testi in lingua Esperanto, traducendo anche poesie polacche; fu corrispondente dell’Accademia dell’Esperanto.
Fu sepolto a Varsavia nel cimitero ebraico sulla Via Okopowa.