Crea sito

YUHANNA IBN HAILAN

YUHANNA IBN HAILAN

Yūḥannā ibn Ḥaylān [medico e filosofo persiano, 860 d.C. ca. – 910 o 920 d.C. ca., vissuto al tempo del califfato di al-Moqtader (295-320 d.C. - 908-932 d.C.)].
Insieme a Yahya ibn Adi ed Abu Ishaq Ibrahim al-Baghdadi fu uno studioso cristiano nestoriano, il quale, come riporta al-Farabi, abbandonò i suoi interessi laici per impegnarsi ed abbracciare i doveri ecclesiastici. E la sua fama è propria dovuta al fatto di essere stato l’insegnante del grande scienziato e filosofo al-Farabi.
Anche se è noto soprattutto quale filosofo, campo in cui eccelse soprattutto per l’insegnamento che in tale campo impartì al suo discepolo al-Farabi, lo vogliamo qui ricordare soprattutto per la sua fama di grande scienziato ed in particolare di medico. E sembra che sia stato lo stesso al-Farabi, in un brano autobiografico, ad aver affermato di aver studiato medicina nonché logica e sociologia insieme al suo insegnante Yūḥannā ibn Ḥaylān.
Tracce di questo suo insegnamento le possiamo ritrovare nello scritto del 12° secolo “Kitāb 'Uyun al-Anba' fi Tabaqat al-aṭibbā '” (كتاب عيون الأنباء في طبقات الأطباء) dello storico arabo Ibn Abī Uṣaybi‘a (ابن أبي أصيبعة). Tale opera ci parla di come a quel tempo i cristiani – ma soprattutto i Giudei – non trovassero occupazioni pubbliche se non nei campi della medicina e degli affari. Ma tra i cristiani, si precisa, v’erano anche molti famosi teologi, filosofi ed astrologi.