Crea sito

XEROTROPISMO

Etimologia : dal greco  ξηρός ,  Kseròs  “arido, secco” + dal greco τρόπος , trŏpŏs  per der. dalla radice greca τροπ-ο  , trop-o / correl. a τρέπω  , trèpo  “mi rivolgo, mi giro” e  τροπή  , tropé  “svolta, rivolgimento” /.
Movimento di riposizionamento per accrescimento (od orientamento) tropico innescato nell’organo di una pianta da uno stimolo esterno determinato dalle condizioni ambientali aride e secche.
Codesto stato cessa (ed è quindi reversibile) con l’assorbimento di acqua, essendo lo stato di rigidità o di riposizionamento finalizzato unicamente alla perpetuazione delle funzioni organiche della pianta.
Comportamenti xerotropici si possono osservare, ad esempio, nelle felci della specie Ceterach officinarum, in cui le foglie si accartocciano verso la pagina superiore nei periodi di prolungata siccità, in uno stato di vita latente, con una considerevole riduzione volumetrica dell’intero organo, in molte piante vascolari crittogame del genere Selaginella e nei filamenti di molte Oscillaria.