Crea sito

XENIA

Etimologia : dal greco ξενία  , xenía “ospitalità”.
Fenomeno che si manifesta allorquando la natura ibrida dei semi sia riconoscibile e sia dovuta all’influenza del genotipo del polline sull’embrione.
Le xenie facilmente visibili sono note per poche piante, tra cui il mais (Zea mays) ed il pisello.
Il tessuto dell’endosperma, che costituisce la maggior parte della massa di un seme di mais, non è prodotto dalla pianta madre, ma è il prodotto della fecondazione, ed i fattori genetici trasportati dal polline incidono sul colore.
Il termine fu coniato nel 1881 dal botanico Wilhelm Olbers Focke per fare riferimento agli effetti sui tessuti materni, tra cui il tegumento ed il pericarpo.