Crea sito

Tuber borchii

 ESCAPE='HTML'

TUBER BORCHII

Tuber borchii Vittad., (1831) (Tartufo bianchetto o Marzolino).
Descrizione della specie
Corpo fruttifero: di grandezza variabile (solitamente dimensioni da piccole a medie come un pisello o una nocciola), 1-5(10) cm. di diametro, ipogeo, generalmente si presenta globoso o sub-globoso, senza alcuna cavità.
Peridio: sottile (250-500 µm di spessore), liscio, più o meno biancastro oppure tendente sul giallo-marrone chiaro oppure sul giallo-rossastro; struttura pseudo-parenchimatica con cellule tondeggianti.
Gleba: si presenta chiara con venature grossolane biancastre e bianco-rossicce su fondo bruno-violaceo o bruno-rossastro.
Odore: é il suo punto caratteristico che lo distingue dal Tartufo bianco, con intensità agliacea, leggera e gradevole da giovane ma alla fine acuta e nauseante. Sapore mediocremente gradevole.
Spore: 18-37 x 18-30 µm, ellissoidali o sub-globose, giallo-brune in massa, finemente alveolate-reticolate, ornamentazioni lunghe 2-7 µm, maglie del reticolo ampie 3-9 µm.
Aschi: normalmente con 1-4 spore, globosi, 63-106 x 42-90 µm, brevemente peduncolati.
Cistidi: presenti all'esterno del peridio, 39-80 x 3-6 µm.
Habitat: cresce nei terreni sabbiosi delle pinete marittime (é molto ricercato per tradizione nelle zone della Toscana, della Romagna e delle Marche), in inverno (solitamente gennaio-marzo ma non è raro incontrarlo in aprile), sotto conifere e latifoglie (Quercus, Corylus, Ostrya, Carpinus, Tilia, Populus, Salix).
Commestibilità: è comune trovarlo dove vegeta il Tartufo bianco.  La sua commestibilità é considerata generalmente da mediocre a scarsa, tanto che ne viene giustificato l’utilizzo insieme al Tartufo bianco pregiato (il suo valore commerciale risulta nettamente inferiore rispetto al Tartufo bianco e lo si può distinguere facilmente da quest’ultimo - per evitare possibili frodi – perché possiede un odore molto meno gradevole ed è in media di taglia più ridotta).
Nomi comuni:
Bianchetto, Marzuolo, Marzaiuolo
Sinonimi e binomi obsoleti:
Tuber albidum Pico
Specie simili:
Il Tuber borchii può essere confuso con:
tartufo bianco pregiato, da cui si differenzia per la taglia più piccola, l'odore agliaceo e meno gradevole, il periodo di maturazione e le differenti ornamentazioni delle spore
Tuber gibbosum Harkness, che è simbionte specifico della Pseudotsuga menziesii
Tuber foetidum Vittad., Tuber puberulum Berk & Br., Tuber maculatum Vittad., Tuber dryophilum Tul. & C. Tul. e Tuber oligospermum (Tul. & C. Tul.) Trappe, dai quali si distingue per la differente pubescenza esterna, dalla diversa struttura del peridio e per le spore tipo differenti.