Crea sito

Tricholoma sulphureum

 ESCAPE='HTML'

TRICHOLOMA SULPHUREUM
Tricholoma sulphureum (Bull.) P. Kumm., Der Führer in die Pilzkunde 133 (1871).

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE
CAPPELLO: generalmente di piccole dimensioni, massimo 10 cm., color giallo-zolfo, spesso un po' più scuro al centro (ocra), prima convesso poi sempre più spianato, occasionalmente con leggero umbone centrale, margine involuto.
LAMELLE: molto spaziate, smarginate, concolori al cappello, separate dal gambo.
GAMBO: concolore al cappello (giallo-zolfo), a volte obeso, spesso ricurvo, fibroso.
CARNE: color giallo chiaro. [Odore: molto forte, nauseante, come di "gas illuminante" (acetilene). Sapore: nonostante molti libri indichino sapore sgradevole, in realtà all'assaggio denota note dolciastre e non amarognole come spesso indicato].
SPORE: bianche in massa, lisce, 9-12 x 5-6 µm.

HABITAT: piuttosto comune, cresce in boschi di latifoglie e conifere, dall'estate fino all'autunno inoltrato, spesso in piccoli gruppi di 3-4 individui.
COMMESTIBILITA': velenoso e classificato come “immangiabile” anche dalle guide. Comunque l'odore repellente ed il sapore disgustoso dovrebbero scoraggiare anche il raccoglitore più inesperto dall’incorrere nel pericolo di avvelenamento, i cui sintomi principali sono prevalentemente gastro-intestinali con qualche altro sintomo neurologico.
Si pensa anche che possa contenere la tossina dell’emolisina o tossina emolitica (detta anche citolisina).
Specie simili:
Tricholoma equestre (sospetto), facilmente distinguibile dal meno scuro Tricholoma sulphureum, soprattutto per il colore e perché privo di odore repellente.