Crea sito

Tricholoma columbetta

 ESCAPE='HTML'

TRICHOLOMA COLUMBETTA
Tricholoma columbetta (Fr.) P. Kumm., Führer Pilzk.: 131 (1871), è un fungo appartenente alla famiglia delle Tricholomataceae.

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE
Cappello: da campanulato o convesso a spianato, spesso umbonato, carnoso, margine molto ondulato, cuticola facilmente separabile, viscido a tempo umido e setoso se asciutto, da 6 a 10 cm. di diametro, di colore bianco-candido, talvolta il centro macchiato di vari colori.
Lamelle: fitte, ineguali, basse, erose nei pressi del gambo, leggermente seghettate, di colore bianco.
Gambo: il gambo è cilindrico, talvolta assottigliato alla base, spesso ricurvo, fibroso; il suo colore è bianco con zone verdi o blu o più raramente rossastre al piede.
Carne: soda nel cappello, molto fibrosa nel gambo, di colore bianco-candido, immutabile. [Odore: tenue, vagamente di farina, che diventa più forte quando viene tagliato. Sapore: dolciastro, con retrogusto leggermente piccante.]
Spore: 5-7 x 4-5 µm, si presentano bianche in massa, ma a volte leggermente rosate, ellittiche lisce, non amiloidi.

Habitat: fungo comune ma non abbondante, in vari tipi di bosco di latifoglie, da agosto a novembre, su terreno siliceo. Cresce in Europa, dove si mangia in Francia ed in Svezia - dove cresce nelle zone centrali e meridionali del paese - e Nord America. I suoi corpi fruttiferi crescono dalla tarda estate all'autunno.
Commestibilità: il fungo non può dirsi molto ricercato, anche se esso é tecnicamente commestibile. Difatti, la sua carne ha odore e gusto insignificanti oltre ad essere un po’ fibrosa.
Per tali motivi, stimiamo di poter tranquillamente elencare tale fungo tra quelli che, pur essendo commestibili, non possono venire raccomandati per il consumo, soprattutto per il motivo che il genere Tricholoma cui appartiene presenta un grado molto alto di confondibilità ed una minima affidabilità a causa della tossicità delle altre specie presenti.
Specie simili:
È difficile confonderlo con specie tossiche, se si osservano le caratteristiche che lo contraddistinguono; difatti la presenza della tipica macchia blu-verde alla base del gambo, la mancanza di odore forte ed il gusto piccante dovrebbero evitare la confusione con Tricholoma album.
La mancanza di anello e volva evitano la confusione con funghi tossici di altri generi (Amanite, ecc.).