Crea sito

Sarcodon imbricatus

 ESCAPE='HTML'

SARCODON IMBRICATUS

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE
CAPPELLO: largo fino a 25 cm., inizialmente convesso, poi piano, irregolare, con una depressione al centro. Di color bruno, presenta grosse scaglie scure che risultano più coriacee ed un po' rialzate, concentriche. Con l'invecchiamento del fungo il cappello si inzuppa d'acqua quasi totalmente.
ACULEI: corti, decorrenti, separabili dal cappello, color grigio in principio, poi color bruno.
GAMBO: 8 x 5 cm, più grosso alla base, un po' eccentrico, liscio, color bruno sporco.
CARNE: coriacea, brunastra di odore simile a quello dei dadi da brodo e sapore amarognolo.
SPORE: marroni in massa.

HABITAT: comune nei boschi di conifere, gregario, estate-autunno.
COMMESTIBILITA': tecnicamente é fungo commestibile, ma viene usato esclusivamente come condimento, essiccato e ridotto in polvere; si presta molto bene ad essere adoperato quale aromatizzante; ottimo per condire sughi, minestre o risotti. Si sconsiglia il consumo di esemplari vecchi perché tendono a diventare fin troppo coriacei e quindi indigesti; in tal caso si consiglia la prebollitura prima di sottoporli ad essiccazione. E’ generalmente classificato come fungo mediocre se consumato fresco.
Specie simili:
Sarcodon versipelles e Sarcodon leucopus (non eduli). Esemplari molto vecchi e decolorati potrebbero essere occasionalmente confusi con Polyporus squamosus, che però possiede pori sotto il cappello, anziché aculei.

 ESCAPE='HTML'