Crea sito

Russula delica

 ESCAPE='HTML'

RUSSULA DELICA
Russula delica Fr., Epicrisis Systematis Mycologici (Uppsala): 350 (1838).

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE
CAPPELLO: 5-15 cm. (ma arriva anche oltre 20 cm.), biancastro, inizialmente emisferico poi convesso, guancialiforme, ombelicato, infine appianato, cuticola non separabile, secca, pruinosa, con fibrille radiali.
LAMELLE: larghe e spaziate, adnate o appena decorrenti, biancastre, crema, macchiate di ruggine, rigide, 4-8 in un cm.
GAMBO: 2,5-5 x 1,5-3 cm, cilindroide, bianco, corto e tozzo, con macchie brunastre, superficie dapprima uniformemente opaca poi satinata.
CARNE: bianca, tende ad imbrunire al taglio; si presenta spessa, compatta e dura; l’odore è di pesce o di frutta; il sapore acre.
SPORE: 8-11 x 7-8 µm, bianco-crema in massa, ellittiche o subglobose, verrucose.

HABITAT: cresce a piccoli gruppi, sia in boschi di latifoglie che in quelli di conifere, dalla fine della primavera all'autunno, prevalentemente su suolo calcareo.
COMMESTIBILITA': pur essendo il fungo tecnicamente commestibile, non sentiamo di poterlo raccomandare per il consumo a causa dell’insipidità e della carne abbastanza dura. Il fungo é generalmente giudicato mediocre, addirittura alcuni micologi lo giudicano immangiabile.