Crea sito

Plagiogeotropismo - botanica

PLAGIOGEOTROPISMO

Etimologia : dal greco   πλάγιος  ,  plagios  “obliquo, traverso, inclinato” +  γεω-  , geo  / der.  da  γῆ , ghè  “terra” / +  dal greco  τρόπος , trŏpŏs  per der. dalla radice greca τροπ-ο  , trop-o / correl. a τρέπω  , trèpo  “mi rivolgo, mi giro” e  τροπή  , tropé  “svolta, rivolgimento” /.
Particolare forma di geotropismo obliquo in cui l’organo della pianta, nel suo movimento di accrescimento (o di orientamento), tenda a formare un angolo compreso tra 0° e 90° rispetto all’origine dello stimolo gravitazionale (ad es., i rami di alcune conifere che tendono a disporsi obliquamente rispetto alla linea di sviluppo del tronco).
Se, invece, formerà, perpendicolarmente, un angolo di 90° rispetto all’origine dello stimolo gravitazionale (ad es., alcune foglie che tendono a disporsi orizzontalmente), si parlerà di diageotropismo.
Nel caso in cui il movimento segua la direzione dello stimolo gravitazionale, si parlerà invece di ortogeotropismo, che può essere positivo o negativo, a seconda che si diriga a filo di piombo verso il centro della Terra o nel senso opposto.