Crea sito

Pizia la vecchia (IV sec. a.C.)

PIZIA la vecchia

Pizia (in greco antico: Πυθιάς / Puthiás) la vecchia (biologa greca antica, IV secolo a.C.).
Per quanto riguarda la nascita, non è possibile dare una data certa mentre la produzione delle sue opere – o la maggior parte di esse - si ha intorno all’anno 330 a.C.. Si può comunque dire che essa morì ad Atene dopo l’anno 326 a.C..
Pizia era nipote e figlia adottiva di Ermia - (‛Ερμίας / Ermias), il tiranno (... – 341 a.C.) che aveva governato in Troade su Atarneo ed Asso nel IV sec. a.C. – e prima moglie di Aristotele e viene detta “la vecchia” per distinguerla dalla figlia Pizia la giovane, che nacque dal matrimonio col filosofo Aristotele.
Si può supporre che abbia lavorato col marito ad un’enciclopedia su una serie di esemplari di esseri viventi durante la luna di miele nell’isola di Mitilene.
Marilyn Bailey Ogilvie e Joy Dorothy Harvey, nella loro opera “The Biographical Dictionary of Women in Science: L-Z” (Taylor & Francis, 2000), suggeriscono che la coppia abbia collaborato insieme allo studio dell’embriologia.
Per quanto riguarda la figlia, Pizia la giovane, possiamo dire che morì prima del padre Aristotele e che si sposò tre volte (il suo primo marito fu Nicanor - il nipote di Aristotele figlio della sorella Arimneste -, il secondo fu Procle di Sparta ed il terzo Metrodoro, un medico).