Crea sito

PETRICA Antonio (medico e filosofo italiano, XV sec.)

PETRICA Antonio

Antonio Petrica (medico e filosofo italiano, Velletri, XV sec.).
Il suo nome compare nella “Istoria della Chiesa, e della città di Velletri” (1724) dell’arcivescovo Alessandro Borgia (citato nell'opera "Degli Archiatri Pontificj" – vol. primo – del Marini).
Fu filosofo e medico di gran fama alla corte di Mattia Corvino, Re d'Ungheria. A lui Antonio Mancinelli (1452 ca. – 1505) dedicò la sua opera “De poetica virtute libellus” (Antonio Petrica Medicinae Doctori Eximio et Philosopho Amplissimo).
Il tutto come riportato nell’opera dello storico (Luigi) Gaetano Marini (1742 – 1815) “Degli Archiatri Pontificj nel quale sono i supplimenti e le correzioni all’opera del Mandosio” (Roma, stamperia Pagliarini, 1784):
“I due Medici invitati a vegliare sulla salute del Sacro Collegio...furono Dioscoride da Velletri, e Paolo Arelj da Fermo...Del Fisico Velletrano posso dire di più, che fu di casa Petrica, e Cittadino Romano, e che...Ch. Monsig. Alessandro Borgia...nella Storia di Velletri parla soltanto di un Antonio Petrica, Vicario...e di un altro Antonio, Filosofo di gran nome, che fu Medico di Mattia Corvino Re d’Ungheria, al quale il Mancinelli dedicò la sua Opera de Poetica virtute. Chi sa che da quello (intendi Antonio Petrica) non discendesse immediatamente il Conclavista Dioscoride?” (pagg. 319-320).