Crea sito

OVATO-ELONGATO

Etimologia : (agg.) dal latino ōvum (ovi) “uovo” , da cui ōvātus / ŏvālis / der. dal grecoᾠόν ,  øón quasi οῖον , øión (da cui il successivo αυγό / ὠόν , avgó / øón) (etim. comunque incerta e variamente rappresentata: C. Gessner/V. Tanara/Augello) / + elongato / ēlongātus der. dalla voce verbale latina ēlongāre “allontanare, allungare, dilungare (anche in senso figurato)” (= ē + longē , da longus “lungo”), da cui anche elongazióne /.
* Detto con riferimento alla morfologia di una foglia (foglia sessile ovvero stipola od altro filloma) rispetto alla lamina, laddove quest’ultima si presenti disegnata a forma di uovo, più larga dalla parte del picciolo [come nel caso, ad esempio, dell’ Alnus incana (L.) Moench - subsp. rugosa] ma che tende a svilupparsi - a partire dalla parte basale più larga - con forma allungata.
* Più genericamente, detto di qualsiasi altro organo vegetale che presenti simili caratteristiche morfologiche.