Crea sito

ONASILO di Idalion

 ESCAPE='HTML'

ONASILO di Idalion

Onasilo di Idalion [medico greco-cipriota, città-stato di Idalion (Ιδάλιον), Cipro, V sec. a.C.].
Figlio di Onasicipro, fu medico della città-stato di Idalion (isola di Cipro).
I dati che ci testimoniano la sua esistenza risultano da una iscrizione bilingue fenicio-cipriota rinvenuta a Idalion nel 1869 da Hamilton Lang e risalente al V sec. a.C.. Insieme alla citata iscrizione, sempre del V sec. a.C., troviamo inoltre una tavola bronzea scritta su entrambi i lati in sillabario cipriota che cita Onasilo con riferimento ad un accordo stipulato dallo stesso (ed i suoi fratelli) col re cipriota della città di di Idalion Stasìkypro per il soccorso dei feriti nella guerra contro i Medi, che avevano assediato le città di Idalion e Kition. L’accordo prevedeva una ricompensa definitiva in soldi [4 asce (ricordiamo qui che l’ascia (pelekys) a Cipro aveva un valore ponderale di 4 mine) ovvero in terreni e frutteti nella città di Idalion appartenenti al re (ai quali terreni veniva anche data una valutazione di un talento d’argento)].
In via approssimativa, il contenuto della su citata tavoletta bronzea (attualmente alla Bibliothèque Nationale di Parigi) riporta testualmente:
“...hanno ordinato ad Onasilon il (figlio) di Onasikipro il medico ed ai fratelli di guarire gli uomini quelli della battaglia feriti senza tassa (vale a dire senza che i feriti pagassero i medici).
Testo in sillabario cipriota:
"...anógon-(a-no-ko-ne) Onasilon-(o-na-si-lo-ne) ton Onasikuprón-(to-no-na-si-ku-po-(Line 3)ro-ne) ton iatéran-(to-ni-ja-te-ra-ne) kas-(ka-se) tos-(to-se) kasignétos-(ka-si-ke-ne-to-se) iasthai-(i-ja-sa-ta-i) tos-(to-se) (=men)a(n)thrópos-(a-to-ro-po-se) tos-(to-se) i(n) tái-(i-ta-i) makhái-(ma-ka-i) ikmamenos-(i-ki-(Line 4)ma-me-no-se) aneu-(a-ne-u) misthón-(mi-si-to-ne)...”.
Vogliamo qui far presente solo che l’origine del nome “Onasilo” (antroponimia) è caratteristica dell’isola di Cipro (sempre all’incirca nel II sec. a.C., però, troviamo il medico omonimo Onasilo di Còo). Non ci azzardiamo però qui a supporre alcuna corrispondenza identitaria tra le due persone.