Crea sito

Nanismo - botanica

NANISMO

Etimologia : dal greco νᾶνος  , nanos “nano” / in latino nanus (anche estens. “piccolo cavallo”) /.
Diminuzione patologica delle dimensioni di una pianta rispetto a quelle normali per la specie o per la colonia di appartenenza. Può essere dovuta anche a carenza dei fattori nutritivi nel suolo (carenze di azoto).
In situazioni di carenza idrica o di sostanze azotate nel suolo, il gene Bypass-1 o Bps1 regola la produzione di una sostanza che trasmette, dalle radici ai germogli, l’informazione di “bloccare” la crescita della pianta. Esso è un “regolatore negativo”: cioè impedisce che venga prodotta la sostanza che inibisce lo sviluppo della pianta. Ciò è stato verificato in alcune mutazioni geniche nell’Arabidopsis thaliana (L.) Heynh, che hanno causato la sovraproduzione di un composto cellulare attivo che, partito dalle radici, è stato capace di bloccare la crescita della pianta.
Nella fattispecie, per determinare la natura chimica del segnale bps, gli estratti sono stati trattati con RNasi A, proteinasi K, o calore. Nessuno di questi trattamenti ha avuto come conseguenza la diminuzione dell’attività degli estratti BPS1, suggerendo che la molecola attiva potrebbe essere un metabolita.
E’ l’opposto di gigantismo.