Crea sito

Avvelenamento Da Monossido Di Carbonio

 ESCAPE='HTML'

In caso di avvelenamento si raccomanda:

a) Chiamare per prima cosa il 118
b) Contattare i Centri Antiveleni
 

 ESCAPE='HTML'

AVVELENAMENTO DA MONOSSIDO DI CARBONIO

Il monossido di carbonio (formula CO) non esiste libero in natura. La sua molecola, molto stabile, reagisce in presenza di ossigeno (O2) formando CO2.
Può rivelarsi un gas velenoso particolarmente insidioso in quanto inodore, incolore e insapore.
Le principali fonti di esposizione esogena al monossido di carbonio sono i processi di combustione e il fumo di sigaretta.
La sua tossicità deriva dal fatto che nell’emoglobina tende a legarsi allo ione del ferro dando vita ad un complesso molto più stabile di quello formato dall'ossigeno. La formazione di questo complesso fa sì che l'emoglobina sia stabilizzata nella forma di carbossiemoglobina (COHb) che tende a rilasciare più difficilmente ossigeno ai tessuti.
Sempre a causa della sua alta affinità per il ferro, svolge un ruolo tossico all'interno dei mitocondri. Il monossido di carbonio si lega più saldamente all'emoglobina dell'ossigeno per via della struttura dei suoi orbitali molecolari. A differenza dell'ossigeno infatti, non solo cede un doppietto di elettroni al ferro, ma ha anche due orbitali π liberi che possono ricevere ulteriori elettroni dagli orbitali d del ferro creando così un composto 210 volte più stabile.
L'intossicazione da monossido di carbonio conduce ad uno stato di incoscienza (il cervello riceve sempre meno ossigeno) e quindi alla morte per anossia.
Gli effetti sono più rapidi sui bambini perché il monossido di carbonio tende a stratificarsi al suolo.

Tratto da Wikipedia.