Crea sito

Muscolo miloioideo

MUSCOLO MILOIOIDEO

Etimologia : dal greco  μύλη  , mulē  “mola”  + ioideo da ioide , Υοειδής  , hyoeides (sott. ὀστέον , ostéon “osso”) a forma di ipsilon /comp. della lettera ipsilon / Y, / + οειδής , eidos “aspetto, forma”.
Muscolo appiattito, di forma quadrilatera, pari e simmetrico, del gruppo dei muscoli sovraioidei, che va a formare il pavimento orale. Esso ha origine dalla superficie interna della mandibola, tra le spine mentali e la linea miloioidea. I suoi fasci più laterali raggiungono direttamente il corpo dell’osso ioide, gli altri fasci muscolari vanno ad inserirsi su di una cucitura fibrosa (rafe) mediana decorrendo in basso, medialmente e posteriormente dalla linea miloioidea della mandibola. E’ innervato dal ramo miloioideo del nervo alveolare inferiore ed è irrorato dall’arteria sottomentale e sottolinguale.
Essenzialmente insieme ai muscoli genioioideo e digastrico, è uno dei tre muscoli abbassatori della mandibola. Questi tre muscoli abbassano la mandibola se l'osso ioide è fisso (masticazione) mentre innalzano l’osso ioide quando è fissa la mandibola (deglutizione). Durante l’atto masticatorio è il primo muscolo ad essere attivato (seguono poi il digastrico ed il capo inferiore dello pterigoideo esterno) : nella sua azione sposta in alto e in avanti l’osso ioide e solleva la
lingua applicandola contro il palato, cooperando nella prima fase della deglutizione.
La sua azione si riflette anche sulla stabilizzazione dell’osso ioide ai fini della fonazione.

 ESCAPE='HTML'