Crea sito

Marasmius oreades

 ESCAPE='HTML'

MARASMIUS OREADES

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE 
CAPPELLO: carnoso-coriaceo, liscio, convesso, poi piano e un po' umbonato; 2-6 cm di diametro, di color cuoio o nocciola o ocra-chiaro o biancastro.
LAMELLE: bianche poi ocra-chiaro, distanti, libere, intercalate da lamellule.
GAMBO: bianco-nocciola, tenace, duro, pieno, cilindrico, fistuloso.
CARNE: bianchiccia, dissecca senza deteriorarsi. [Odore: gradevole di mandorle amare, cianico; in questa specie sono state riscontrate quantità infinitesimali di acido cianidrico che, sebbene percepibili all'olfatto, non rappresentano assolutamente un pericolo per la salute. Sapore: dolce, di nocciola.]
SPORE: allungate o ellissoidali, bianche in massa.

HABITAT: si trova nei prati in file o anelli, dalla primavera all'autunno. 
COMMESTIBILITA': ottimo. Si presta a diversi metodi di cottura. Per il suo aroma è un fungo ottimo anche essiccato.
L'odore gradevole che emana questa specie (come di mandorle amare) è da attribuire a piccolissime tracce di acido cianidrico.
Una possibile ragione per cui questo fungo ha un sapore così dolce è dovuta alla presenza di trealosio, un tipo di zucchero che gli permette di resistere alla morte per essiccazione, permettendo alle cellule, in assenza di acqua, di rivivere con la creazione di nuove spore.

FUNGHI SIMILI
È simile a funghi di piccola taglia, appartenenti ai generi Marasmius e Collybia. Per riconoscerlo da altre specie di Marasmius o Collybia si consiglia di torcerne il gambo: quello del M. oreades sopporta ben 7 torsioni complete prima di spezzarsi.
Tuttavia i meno esperti possono confonderlo con specie velenose o addirittura mortali, appartenenti ai generi Inocybe, Clitocybe, Lepiota e Galerina.
Bisogna pertanto prestare la massima attenzione nella raccolta e nel consumo. Per tale motivo se ne sconsiglia vivamente la raccolta ai meno esperti.
USI ECOLOGICI
Tale specie di funghi può essere utilizzata per la bonifica biologica dei suoli contaminati da bismuto.