Crea sito

Leotia lubrica

 ESCAPE='HTML'

LEOTIA LUBRICA

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE
CARPOFORO: largo 0,5-2 cm, irregolarmente arrotondato, più o meno lobato, separato dal gambo da una vallecola piuttosto profonda, color arancio-verdastro, più scuro con l'età, liscio leggermente viscoso con l'umido.
GAMBO: lungo 2–8 cm, cilindrico, più o meno sinuoso, giallo con sfumature verdi presenti soprattutto alla base, cavo, spesso adornato con fine pruina o granulazioni verdastre.
CARNE: mole, un po' gelatinosa nel cappello, cerosa nel gambo, priva di odore e sapore particolari.
SPORE: ialine.

HABITAT: in piccoli gruppi, nei boschi, in mezzo alle felci o tra il muschio, in estate-autunno.
COMMESTIBILITÀ: é un fungo velenoso nonostante alcuni micologi americani lo descrivano come edibile, anche se di sapore blando [v. Sundberg, Walter J .; Bessette, Alan (1987) Funghi:. Una guida di riferimento rapido ai funghi del Nord America (Macmillan Field Guide). Collier Books. p. 14]. Contiene difatti gyromitrina, una tossina idrosolubile, termolabile e fortemente volatile anche a temperatura ambiente. L'ingestione di questo alcaloide può provocare una sindrome citotossica; nell'ambiente acido dello stomaco, infatti, si trasforma in monometilidrazina, sostanza irritante della mucosa gastrointestinale, tossica nei confronti delle cellule epatiche, dei globuli rossi, di cui determina l'emolisi, e del sistema nervoso centrale.

Leotia lubrica è un fungo saprofita.