Crea sito

Lactarius scrobiculatus

 ESCAPE='HTML'

LACTARIUS SCROBICULATUS

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE
CAPPELLO: 6-20 cm, giallo, giallorossastro, piano-convesso poi piano, depresso al centro, vagamente zonato, rugoso con piccole fibrille innate, margine involuto e lanoso che tende a divenire lobato e rotto.
LAMELLE: fitte, regolari, con lamellule, un po' decorrenti, creama-pallide.
GAMBO: 4-8 x 3-5 cm, duro, cavo, cilindrico, ornato da molte fossette colorate su fondo biancastro.
CARNE: biancastro, poi ingiallente, dura, soda, odore fruttato e sapore un po' acre.
LATTICE: bianco, cremoso, virante all'aria al giallo zolfo, sapore acre.
SPORE: crema-pallido.

HABITAT: cresce in montagna nei boschi di conifere, in estate-autunno.
COMMESTIBILITA': velenoso. Alcuni autori europei lo considerano non commestibile. Tuttavia, la letteratura riporta alcuni casi in cui si è raccolto e mangiato in alcune parti dell'Europa orientale ed in Russia dopo salatura, decapaggio ed accurata cottura. Ne è comunque sconsigliato il consumo, in quanto irrita il tratto gastrointestinale, causando i sintomi della sindrome gastrointestinale.

Lactarius scrobiculatus è un fungo micorrizico.