Crea sito

Iperleptenia

IPERLEPTENIA

Etimologia : dal greco  ὑπέρ, ὑπερ-   ,  Hyper   “sopra” / lat. scient. hyper / +   λεπτός  , leptos  “sottile”  + suffisso  ηνής  , enes.
Termine usato in antropologia per la classificazione antropometrica in base all’indice facciale superiore, comprendente facce accentuatamente strette o alte.
L’indice facciale superiore è dato da :
(nasion-prosthion / bi-zigyon) x 100. Vale a dire il rapporto percentuale tra l’altezza facciale superiore, che rappresenta la distanza dal nasion (individuabile nel punto centrale della sutura naso-frontale) al prosthion (punto più basso del margine alveolare tra i due incisivi mediali superiori) e la larghezza bizigomatica (distanza massima tra i punti più sporgenti degli archi zigomatici, zigyon, in genere nel punto mediano dell'arcata).
La classificazione che tiene in conto detto indice raggruppa gli individui in tre classi:
Eurienia valore compreso tra 47 e 47,9
Mesenia valore compreso tra 48 e 52,9
Leptenia valore compreso tra 53 e 56,9
Gli individui con valori in difetto o in eccesso vengono indicati come appartenenti alle classi:
Ipereurienia valore inferiore a 46,9
Iperleptenia valore superiore a  57.