Crea sito

GHINI Luca (1490 - 04.05.1556)

GHINI Luca

Luca Ghini (medico e botanico italiano, Casalfiumanese / altri Croara d'Imola / , 1490 – Bologna, 4 maggio 1556).
Laureato in filosofia e medicina presso l'Università di Bologna nel 1527, alternò successivamente l'esercizio della professione medica con l'insegnamento della medicina e delle piante medicinali.
Tenne sin dalla sua istituzione nel 1539 a Bologna la “Cattedra dei Semplici” (Cattedra “de simplicius medicinalibus" secondo la terminologia medievale che definiva “semplici” o “principi semplici” i farmaci derivati direttamente dalle piante).
Ma l’indifferenza del Senato di fronte alla richiesta di creare un Orto dei Semplici  lo spinse tra il 1543 ed il 1544 ad accettare il posto nello Studio pisano che gli fu offerto dal Granduca Cosimo I de' Medici che lo volle anche come medico personale.
Sia l’Università di Pisa che quella di Firenze si dotarono di un Orto Botanico grazie alla sue opera.
Per il fatto di essere stato tra i primi ad aver conservato e catalogato, accanto agli erbari figurati, gli erbari essiccati (erbari veri costituiti da “exsiccata”, cioè reperti seccati e distesi sotto forte pressione tra fogli di carta) è ritenuto il primo autore di un “erbario” nel senso moderno del termine.
Di lui ci sono pervenute le Lezioni sul morbo gallico ed alcune tavole confluite nell'erbario di Leonhart Fuchs (1501-1566).
Sotto la sua guida si formarono alcuni dei più insigni botanici del XVI secolo, tra cui Andrea Cesalpino (1519-1603), Pietro Andrea Mattioli (1501-1577) e Ulisse Aldrovandi (1522-1605).