Crea sito

FLAJANI Giuseppe Nicola Luigi (04.07.1739 - 01.08.1808)

FLAJANI Giuseppe Nicola Luigi

Giuseppe Nicola Luigi Flajani (medico chirurgo ed anatomista italiano, Ancarano, Abruzzo, Italia, 4 luglio 1739 – Roma, Italia, 1 agosto 1808).
Ricevette la sua prima educazione scolastica in lettere e studi filosofici ad Ascoli. Nel 1756 si trasferì a Roma dove studiò filosofia e medicina presso l'Archiginnasio Romano de La Sapienza. Qui nel 1761 si laureò in Medicina, Chirurgia e Filosofia. Nel 1769 iniziò a Roma la sua prima pratica medica presso l’Arcispedale di Santo Spirito in Saxia, di cui nel 1772 divenne primario chirurgo. Qui la sua passione per l’anatomia lo portò a fondare anche un celebrato gabinetto anatomico di cui divenne direttore. Successivamente divenne professore di medicina operatoria e nel 1775 medico curante di Papa Pio VI.
Fu un famoso chirurgo, anatomista e litotomista (nel 1800 introdusse il taglio perineale nella pratica della litotomia). Da chirurgo oftalmologo competente si specializzò nel trattamento delle infiammazioni del sacco lacrimale.
Nel 1800 descrisse l'associazione della tachicardia con certe forme di gozzo, dando una prima, sia pur incompleta, segnalazione del distiroidismo.
Nel 1802 fu il primo a riscoprire, dai tempi del Corpus Hippocraticum, il termine di broncocele nell’osservazione di una giovane donna con gozzo e sintomi di ipertiroidismo. Nello stesso anno pubblicò la prima descrizione casistica dei tempi moderni di un paziente con gozzo ed esoftalmo (da qui il nome di morbo di Flajani-Graves-Basedow) anche se probabilmente i primi due casi che ebbe a trattare erano solo delle tiroiditi. Nello stesso periodo anche il chirurgo irlandese Robert James Graves ebbe a descrivere tre casi  di gozzo, accompagnato da protrusione dei globi oculari e tachicardia (segni clinici che non mise in correlazione tra di loro) ed infine il medico tedesco Karl Adolf von Basedow fu il primo a pubblicare nel 1840 la descrizione completa della malattia.