Crea sito

FICK Adolf Gaston Eugen (22.02.1852 - 11.02.1937)

FICK Adolf Gaston Eugen

Adolf Gaston Eugen Fick (medico oculista tedesco, Marburgo, Germania, 22 febbraio 1852 - Herrsching am Ammersee, Germania, 11 febbraio 1937).
Nipote del famoso fisiologo tedesco Adolf Eugen Fick (1829 – 1901) e figlio del medico Ludwig Fick (1813 – 1858), studiò medicina prima a Würzburg e successivamente a Zurigo, nella città natale di Marburgo e infine a Friburgo.
Conseguito il dottorato nel 1875, nel 1876 si trasferì con la famiglia, per motivi di salute, nella città di Richmond (Karroo - Sudafrica) dove esercitò la professione di oculista e medico internista in un ambulatorio di medicina generale.
Nel 1886 tornò ad esercitare come oculista in Germania passando anche con successo l’esame di Stato. In questo periodo cominciò a condurre studi sulle lenti a contatto, i cui risultati vennero pubblicati due anni dopo nel “Eine Contactbrille” (1988, in Archiv für Augenheilkunde).
Nel frattempo, nel 1887 aveva ottenuto l'abilitazione in oculistica con la tesi “Über Microorganismen im Conjunctivsack“ e aveva cominciato a costruire e a montare con successo quello che sarebbe stato il primo modello di una lente a contatto. Le lenti, ricavate da un pesante vetro marrone erano sottili ma grandi e poco maneggevoli, con un diametro variabile da 18 mm a 21 mm, poggiavano sul bordo meno sensibile del tessuto intorno alla cornea con una soluzione zuccherina di destrosio.
Dopo aver testato le sue lenti sui conigli e poi su sé stesso e persino sui suoi colleghi medici della “Clinique Ophthalmologique” di Zurigo, accortosi che davano irritazioni agli occhi, cercò di approfondire i suoi studi per il loro miglioramento.
Contro i pareri negativi dei suoi colleghi, approntò lenti con gusci di vetro smerigliato, che chiamò “Glascornea” per curare l’astigmatismo irregolare nonché l’afachia, la miopia ed il cheratocono.
Nel 1902, probabilmente deluso dai risultati ottenuti, non perseguì ulteriormente le sue ricerche scrivendo di non avere trovato casi esattamente adatti per la loro applicazione, eccezion fatta per alcuni casi di astigmatismo corneale irregolare, in cui ci fu un inaspettato miglioramento visivo.
Dal 1887 al 1914 fu lettore in Oftalmologia e Fisiologia presso l' Università di Zurigo.
Patriotticamente, durante la prima guerra mondiale si offrì volontario come medico da campo in Francia, Russia e Turchia.