Crea sito

Extrascellare - botanica

EXTRASCELLARE

Etimologia : (agg.) da extra- / prep. latina che sta per extera , "(che sta al di) fuori" / + ascellare = dal termine latino axilla (da cui il tardo ascella) / secondo alcuni forma dim. del termine “ala” , secondo altri "ala" deriverebbe invece a sua volta da axilla / entrambe per deriv. dalla radice ag - , che esprime una serie di azioni che hanno a che vedere con il condurre, il muovere e, più in generale, l’agire su degli oggetti (da cui la voce verbale greca ἄγω/ἄγειν , agō/agein , analoga al latino ago/agere), da cui anche il greco  ἀκχος  , akchós con identico signif. di ascella-ala /.
Detto con riferimento ad organi della pianta (quali, ad esempio, infiorescenze, gemme, fiori, spine) che si sviluppino al di fuori dell’ascella della pianta.
Fiori extrascellari (non tutti fertili) si possono ritrovare, ad es., nella melanzana (Solanum melongena L.), solanacea annuale largamente coltivata nell’Italia centro-meridionale.