Crea sito

EUDEMO di Alessandria (IV - III sec. a.C.)

 ESCAPE='HTML'

EUDEMO di Alessandria

Eudemo di Alessandria (medico greco, IV - III sec. a.C.).
Questo medico greco in alcuni testi viene celebrato quale uno dei più famosi medici appartenenti alla Scuola alessandrina di Erofilo ed Erasistrato [Giornale Medico-chirurgico di Alessandro Flajani...Vol. IV, Roma, 1809: “Riguardo alli soggetti celebri di questa Scuola (intendi: di Alessandria di Egitto) accennasi Erofilo, Erasistrato, ed Eudemo.”].
Sulla scia di Erofilo, fu coinvolto nell'indagine fisiologica e in alcune pratiche di vivisezione e di dissezione di cadaveri, realizzate nell'Egitto tolemaico, peraltro con finalità prettamente scientifiche [pratiche menzionate da Galeno nei suoi “Procedimenti anatomici” (“Anatomicae administrationes”)]. Quindi Eudemo – unitamente a Stratone e Prassagora – fu attivo nel campo della fisiologia e sembra che – oltre ad avere scoperto e descritto le glandule - si sia approfondito in ricerche e sperimentazioni in particolare sul sistema nervoso. Delle sue ricerche e dei suoi scritti sui nervi accenna anche Galeno, il quale specifica che “Erofilo ed Eudemo, che per primi, nel tempo posteriore ad Ippocrate, scrissero sull'anatomia dei nervi, non riuscirono a determinare l'origine dei nervi ed i medici ebbero molta difficoltà a comprendere come mai alcune paralisi interessassero il movimento ed altre la sensibilità.” [da Émile Littré: Oeuvres Completes (Traduction Nouvelle, avec le texte grec en regard) – Vol. I -, Paris: J.-B. Baillière, 1839). Ed è lo stesso Littré a specificare che “il merito della conoscenza esatta dei nervi è da assegnare agli anatomisti alessandrini. Secondo Rufo, Erasistrato distinse due specie di nervi, quelli della motilità e quelli della sensibilità.”.