Crea sito

Muscoli erettori del pelo

MUSCOLI ERETTORI DEL PELO

Etimologia : Muscolo = dal latino musculus , dim. di mus “topo” / sim. al greco μῦς , mŷs originariamente "topo" e successivamente "muscolo"/. Erettore = dal latino erectus / p. pass. di erigere “erigere” /. Pelo = dal latino pilus / origine sconosciuta /.
I muscoli erettori del pelo (o pilo-erettori) consistono di piccole fibre muscolari attaccate ad ogni follicolo pilifero.
Sono muscoli lisci e quindi muscoli involontari e si inseriscono sul follicolo pilifero al di sotto della ghiandola sebacea, che va a trovarsi sempre nel triangolo formato dall’epidermide, dal pelo e dal muscolo erettore. L’inserzione più profonda è a livello della zona sopra-bulbare (guaina epiteliale esterna o “bulge”); l’inserzione più superficiale si ancora, invece, a livello del derma papillare. E’ proprio a partire dal derma papillare che il fascetto di fibre muscolari di ogni singolo muscolo pilo-erettore va a distribuirsi a molte unità follicolari e la loro contrazione consente la pilo-erezione (la c.d. pelle d’oca che fa rizzare i peli).
Come muscoli involontari, si trovano sotto il controllo del sistema nervoso simpatico, essendo innervati dal ramo simpatico del sistema nervoso autonomo. In caso di freddo, ad esempio, la contrazione nei mammiferi ha lo scopo di fornire isolamento (l’aria tra i peli si riscalda e funge da isolante con l’ambiente esterno). Questo tipo di meccanismo è però quasi del tutto inconsistente nell'essere umano, data la relativa scarsezza dei peli. (v. Barriera Pilifero-Ciliare)
Sembra che l’azione compressiva dei fasci fibrosi contribuisca alla secrezione sebacea e quindi, indirettamente, alla protezione di peli e capelli. (v. Barriera Sebacea)
Il muscolo erettore del pelo è assente nei peli di tipo lanuginoso.