Crea sito

Eracliano

 ESCAPE='HTML'

ERACLIANO

Eracliano (Ἡρακλειανὸς / Herakleianòs; in lat.: Heraclianus) (medico greco, II sec. d.C.).
Figlio del più noto anatomista Numisiano, fu maestro di Galeno ad Alessandria di Egitto (Galeno aveva raggiunto la città alessandrina per cercare di entrare in contatto con lo stesso Numisiano, molto probabilmente però Numisiano era morto poco tempo prima).
Come uso di molti altri medici alessandrini, anche Numisiano si era approfondito sugli studi ippocratici pervenendo a commentarne gli Aforismi in lingua greca, a quei tempi molto apprezzati (Galeno, Hippocratis Epidemiarum L. II, Commentum 4: CMG V 10,1, 345-348). Sappiamo per certo – tramite Galeno – che tali studi furono conservati da Eracliano e che infine andarono distrutti dal fuoco (Galeno, Administrationes anatomicae 14,1) sembra su istruzioni date dallo stesso Eracliano in punto di morte. Precisiamo qui che Galeno aveva perfezionato i propri studi anatomici nell’ordine a Smirne, Corinto e ad Alessandria, città quest'ultima dove si fermò per ben cinque anni (152 – 157) venendo a contatto con la grande tradizione del commento ippocratico tra cui le opere, da lui molto apprezzate, di Numisiano.
Eracliano viene citato da Galeno (Comm. 2 in  lib. de nat. hum., p. 22) ed è quello dei suoi maestri che Galeno nomina principalmente e del quale parla con le più grandi lodi.