Crea sito

MUSCOLO DIGASTRICO

Etimologia : comp. da di- , col signif. di “doppio” / dal greco δι-, da δίς , dis / corrispondente al latino bis “due volte”/ + dal greco γαστήρ, gastér (-γαστρός , -gastros) “ventre, stomaco”.
Muscolo del collo, facente parte del gruppo dei muscoli sopraioidei, formato (come dice il nome) da due ventri muscolari ossia due porzioni carnose unite da un’inserzione tendinea comune intermedia, che possono contrarsi anche indipendentemente l’una dall’altra.
Il ventre posteriore risulta più lungo e sottile di quello anteriore ed origina, superiormente, nell'incisura mastoidea dell’osso temporale continuandosi, in basso, in avanti e medialmente, nel tendine intermedio che è collegato all'osso ioide per mezzo di un'ansa fibrosa.
E’ in rapporto con i muscoli sternocleidomastoideo, lunghissimo e splenio del capo e, più medialmente, con il muscolo retto laterale della testa. E’ innervato dal nervo facciale ed è interessato dall’arteria occipitale.
Il ventre anteriore, a sua volta, trae origine dalla fossetta digastrica della mandibola portandosi sino all'estremità laterale del corpo dello ioide, dove il tendine comune intermedio è unito al corpo osseo da un legamento fibroso anulare.
Esso appoggia sul muscolo miloioideo, posto più in profondità, e risulta ricoperto, lateralmente, dai piani cutanei e dal muscolo platisma.
Il ventre anteriore è innervato dal ramo mandibolare del trigemino ed è interessato dall’arteria sottomentale.
A sua volta, il tendine intermedio del muscolo digastrico delimita, unitamente al margine posteriore del muscolo miloioideo e al nervo ipoglosso superiormente, l’area o triangolo di Pirogov (c.d. triangolo dell'arteria linguale).
Nel suo insieme, il muscolo digastrico va a formare un’arcata a concavità rivolta verso l’alto.
Insieme ai muscoli miloioideo e genioioideo, il muscolo digastrico è un muscolo abbassatore della mandibola se l’osso ioide è fisso (fase della masticazione). Durante tale fase masticatoria vengono attivati in ordine i muscoli miloioideo, digastrico ed anche il capo inferiore dello pterigoideo esterno. L’attività del muscolo digastrico può però sovrapporsi a quella del muscolo temporale anteriore, in quanto può aversi un'attivazione dei muscoli abbassatori insieme a quella, già presente, degli elevatori della mandibola.
Gli stessi tre muscoli (miloioideo, genioioideo e digastrico) innalzano, invece, l’osso ioide durante la fase della deglutizione (allorché la mandibola risulti fissa). La contrazione del ventre anteriore provoca l'abbassamento della mandibola con la conseguente apertura della bocca.
Infine, con la sua azione il muscolo digastrico estende il capo.

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'