Crea sito

de’ CONNO Ernesto

Ernesto de’ Conno [chimico italiano, San Marco dei Cavoti (BN), 02.02.1884 – Napoli, 02.02.1949].
Laureatosi in chimica a Roma nel 1906, si specializzò in Bromatologia presso l’Università di Napoli e dal 1909 divenne Membro della Commissione Internazionale per l'unificazione dei metodi di Analisi delle sostanze alimentari che in quell’anno si riunì a Londra.
Nel 1910 gli venne assegnata la cattedra di Chimica Bromatologica presso l’Università partenopea e gli fu inoltre affidato il Laboratorio di Bromatologia annesso all'Istituto di Chimica Farmaceutica.
Nell’anno 1911 divenne inoltre collaboratore della "Nuova Enciclopedia di Chimica Scientifica, Tecnologica e Industriale", allora sotto la direzione del prof. Icilio Guareschi.
Sempre nel corso del 1911 gli venne assegnata la cattedra presso l’Istituto Tecnico di Benevento che mantenne sino al 1939.
Nel frattempo, a far data dal 1929, iniziò la collaborazione all’Enciclopedia di Farmacia.

 ESCAPE='HTML'

Trasferitosi a Caserta nel 1939, nella qualità di Direttore dei Gabinetti Scientifici presso l'Accademia Aereonautica, a partire dal 1941 prese ad insegnarvi Chimica generale e inorganica con elementi di Chimica Organica.
Fu inoltre Assistente Chimico presso la Stazione Sperimentale per le piante officinali annessa all'Orto Botanico dell'Università partenopea nonché Socio Corrispondente dell'Istituto di incoraggiamento di
Napoli.
Come riconoscimento della sua attività scientifica nel campo della Chimica Applicata, gli venne assegnato per ben quattro volte il Premio Sementini.
Tra i suoi primi insegnanti di Chimica presso l’Università capitolina, vogliamo ricordare qui il prof. Cannizzaro (del quale divenne Assistente); il prof. Agostino Oglialoro Todaro ed il prof. Arnaldo Piutti.
Quali sue opere – tra cui numerosi saggi ad uso delle scuole medie e superiori – citiamo qui:
Sulle anidridi del glicolo dell’anetolo (Benevento, 1906);
Assorbimento degli spettri metallici attraverso il vino normalmente o artificialmente colorato (Napoli, 1910);
Azione dei composti organo-magnesiaci misti sulle immidi italiche e maleiniche (Roma, 1911);
Azione delle aniline sugli acidi grassi superiori (Napoli, 1914);
Elementi di chimica organica (Caserta, 1929);
Trattato pratico di Chimica Bromatologica (Napoli, 1930);
Elementi di Chimica (Napoli, 1932)
Struttura elettronica dell’atomo e sistema periodico (Caserta, 1932);
Elementi di Chimica e Mineralogia (Napoli, 1937);
Elementi di Chimica Organica Applicata (Napoli, 1938);
Elementi di Chimica ad uso degli allievi del Corso Propedeutico per l'Ingegneria nelle RR. Università (Vol. I – Napoli-Gubbio, 1939);
Il problema del carburante nazionale (Napoli, 1941 - Conferenza tenuta alla R. Accademia Aeronautica).

Si vuole qui ringraziare Andrea Jelardi, il quale ha gentilmente acconsentito alla pubblicazione dei suoi testi.