Crea sito

Cordoma

CORDOMA

Etimologia : dal latino chŏrda  /dal greco χορδή   , chord  “filo di minugia” poi “corda” in genere/ , col suff. –oma.
Il cordoma è un raro tumore che si può sviluppare dalle ossa della base del cranio o a livello della colonna vertebrale da residui della corda dorsale durante la vita embrionale.
Le due posizioni più comuni sono cranialmente al clivus e nel sacro alla base della colonna vertebrale.
La sua crescita è lenta e solitamente insorge nelle persone adulte invadendo più spesso il tratto sacro-coccigeo con danno alle strutture nervose adiacenti, estesa distruzione ossea ed infiltrazione dei tessuti molli adiacenti (il tutto documentato con TAC e RMN).
Esso solitamente si manifesta con disturbi dei nervi cranici (doppia visione, nevralgia trigeminale, sordità ecc.).
Per quanto non molto aggressiva, la malattia può metastatizzare, ad esempio ai polmoni, allo scheletro, al fegato.
Il trattamento prevede:
- intervento chirurgico con resezione completa per evitare il rischio di recidive:
- successiva radioterapia ad alte dosi (con terapia ionica e protonica più efficaci rispetto ai raggi x).
Al momento non sono noti fattori di rischio genetici e ambientali per il cordoma anche se alcune persone possono essere geneticamente predisposte a svilupparlo.