Crea sito

Carusi Pasquale

 ESCAPE='HTML'

CARUSI Pasquale

Pasquale Carusi (medico italiano, secc. XVIII – XIX).
Fu tenace assertore delle teorie del Brownianismo, sostenute dal medico e biologo scozzese John Brown (Buncle, Berwickshire, 1735 - Londra 1788) che il Carusi definì “Genio immortale”.
In parole povere, detta teoria formulava l’esistenza o – meglio – la sussistenza come principio vitale di un equilibrio di stimoli diversi la cui rottura – a causa di eccitazioni smisurate – poteva dare luogo all’insorgere di malattie. Teoria, questa, che pare rimandarci a quelle dell’antica scuola medica dei Metodici.
Il  Carusi aveva escogitato cure che riteneva efficaci contro le febbri intermittenti (Saggio sulle febbri intermittenti, Napoli, presso Michele Morelli, 1802). Ma le sue le chiamò solo semplici medicazioni allorché ebbe la convinzione di aver scoperto, col Brownianismo, ciò che vi era sistematicamente alla base del morbo.
Scrive testualmente lo stesso Carusi nel suo Saggio: “La di lui Medicina Browniana giustificata è degna di esser letta da tutti, e per tal motivo viene generalmente desiderata”.
Tra le altre sue opere, ricordiamo qui brevemente:
-Saggio sulla lue venerea: Accresciuto di una memoria sul controstimolo (1822)
-Analisi di un’acqua minerale di Baselice, Napoli, 1794
(non viene riportato il tipografo)

 ESCAPE='HTML'