Crea sito

Campimetria

CAMPIMETRIA

Etimologia : dal latino campus  «campagna, pianura»  +  dal greco  μετρία , metria  / der. di  μέτρον  , met'-ron  “misura” /.
Esame specifico per la valutazione dello stato funzionale della retina e dell’integrità delle vie nervose ad essa collegate.
Per la misurazione del campo visivo (l’area che un occhio, posato su di un punto fisso, è in grado di vedere) si avvale del campimetro. L’esame non è doloroso e quindi non richiede alcuna anestesia. Viene effettuato sui due occhi separatamente (campimetria statica) con la collaborazione del paziente, il quale deve premere un pulsante ogni qualvolta percepisca uno stimolo luminoso.
La campimetria computerizzata consente una diagnosi più accurata, esente da qualsiasi elemento di disturbo (cataratta, errori visivi).
E’ importantissima in tutte le patologie neurologiche che possano interessare il nervo ottico e nello studio della malattia del glaucoma.