Crea sito

BARRIERA EMATO - BILIARE

Il fegato è spesso associato al concetto di "barriera" o "deposito". Tra le sue funzioni  quella di smaltimento di varie sostanze estranee (xenobiotici), tra cui gli allergeni, veleni e tossine; la neutralizzazione ed eliminazione di ormoni in eccesso, neurotrasmettitori, vitamine, così come prodotti finali del metabolismo.
Le cellule epatiche sono costituite prevalentemente (60%) da epatociti strettamente in contatto tra loro a mezzo di giunzioni intercellulari serrate per impedire la penetrazione della bile negli interstizi.
Le giunzioni strette ed aderenti ed i desmosomi per la loro funzione di comunicazione intercellulare possono giocare un ruolo cruciale nella secrezione biliare, una delle funzioni più differenziate del fegato. In particolare le giunzioni strette si concentrano intorno ai canalicoli biliari e servono come una barriera tra la circolazione sanguigna e la bile che viene mantenuta entro i canalicoli biliari.
Connessioni proteiche di occludina/claudina con gap e tight-junctions (giunzioni comunicanti ed occludenti) indicano la possibilità di una coordinata e regolata costituzione di complessi macromolecolari con adesioni giunzionali e recettori che svolgono ruoli importanti nel metabolismo e nel controllo del flusso biliare.
Alla sostituzione degli epatociti danneggiati contribuiscono le cellule stellate mentre le cellule di Kupffer svolgono la funzione di fagocitosi rimuovendo detriti pericolosi e, similmente a quanto avviene nella milza, eliminando gli eritrociti invecchiati o danneggiati.