Crea sito

Apollonio Glauco (II sec. d.C. ca.)

 ESCAPE='HTML'

APOLLONIO GLAUCO

Apollonio Glauco (in greco: Ἀπολλώνιος Γλαῦκος , detto Apollonius Glaucus) (medico romano di origini greche, nato ca. nel II sec. d.C.).
Di Apollonio Glauco non si hanno molte notizie certe circa la sua vita. Visse all’incirca nel II secolo d.C. o poco prima – vale a dire all’apice dell’Impero romano – in quanto una sua opera sulle malattie interiori viene citata da Celio Aureliano (Caelius Aurelianus, De Morb. Chron., iv. 8, p. 536).
Tale citazione viene anche menzionata nel Dizionario di Scienze Mediche (introd. A.J.L. Jourdan, Dictionarie des Sciences Médicales. Biographie Médicale. Paris, MDCCCXX), che lo tiene distinto a sua volta dall’Apollonius Clodius o Claudius menzionato da Galeno.

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

A volte si accosta erroneamente la sua vita a quella di Apollonio di Perga, un matematico ed astronomo greco antico, il quale visse ai tempi del matematico greco Diocle di Caristo (che si deve, a sua volta, tenere distinto dal Diocle di Caristo medico greco, che visse verso il IV sec. d.C.).
Possiamo dire che egli fu uno dei tanti medici greci che professarono l’arte della medicina nella città di Roma. Egli poi appartiene a quella vasta schiera di medici che vengono ricordati dopo l’età ellenistica perché non assumono ai nostri occhi rilevante importanza scientifica, in quanto poco o nulla scrissero o i lavori dei quali sono andati oramai perduti.
Il libro sulle malattie interiori su citato viene ricordato come il Libro “de interioribus” (viene ad esempio menzionata una sua spiegazione sul significato di alcuni tipi di vermi dell’intestino).