Crea sito

Aneurisma

ANEURISMA

Etimologia : dal greco  ἀνεύρυσμα  , aneurusma “dilatazione” / der. di ἀνευρύνω  ,  aneurýnō   “dilatare”/.
Dilatazione progressiva, più o meno circoscritta, del calibro di un segmento vascolare, che deve essere almeno pari al 50%, altrimenti si parla di ectasia.
Tra le tipologie di aneurismi arteriosi, ricordiamo l’aneurisma aortico, che consiste nella dilatazione del calibro dell'aorta, la grande arteria che trasporta il sangue dal cuore attraverso il torace e l'addome. Gli aneurismi aortici sono classificati in base alla loro posizione: se al petto, si parla di un A.A. del torace, se nell'addome, di un A.A. addominale, se, infine, in entrambi i settori, si parlerà di un A.A. toraco-addominale.
Anche se negli ultimi 15 anni i casi di mortalità mostrano un leggero decremento, bisogna sempre stare all’erta. Anche se non si rientra nei fattori di rischio, l’età compresa tra i 65 e i 75 anni può rappresentare di per sé un rischio di insorgenza. L’AAA risulta più comune negli uomini rispetto alle donne e nelle persone con oltre 70 anni di età. Generalmente alla diagnosi dell’aneurisma dell’aorta addominale si può arrivare con test di imaging non invasivi, tra cui esami ecografici e tomografia computerizzata (TC).
La prevenzione è il mezzo più efficace di prevenzione e comporta la cessazione del fumo ed il controllo della pressione e del colesterolo.
Fattori di rischio per aneurisma aortico:
Aterosclerosi.
Storia di fumo.
Alta pressione sanguigna.
Storia familiare di aneurisma aortico.
Colesterolo alto.
Condizioni particolari di maggior lassità del tessuto connettivo (sindrome di Marfan ereditaria).
Aneurismi dell'aorta addominale (AAA)
La maggior parte dei casi di AAA è dovuta ad aterosclerosi. In aggiunta ai fattori di rischio summenzionati, infezioni gravi e traumi possono anch’essi contribuire in una certa percentuale all’insorgenza di un aneurisma dell’aorta addominale.
Ricordiamo che la rottura di un AAA comporta un rischio di morte fino al 90%.
Una normale aorta addominale ha un diametro di circa 2,0 cm. Laddove la sua parete sia interessata da un aneurisma addominale, il rischio di rottura è di circa il 20% (AAA oltre 5cm di diametro); di circa il 40% (oltre 6 cm.) e di oltre il 50% (oltre i 7 cm.).
Aneurismi dell'aorta toracica e la dissezione aortica
Gli aneurismi dell’aorta toracica vengono a volte associati a particolari patologie ereditarie che incidono su una maggiore lassità del tessuto connettivo, per cui la parete dell'aorta si indebolisce e si estende (sindrome di Marfan e, meno frequentemente, sindrome di Ehlers-Danlos).
A differenza degli aneurismi dell’aorta addominale, essi hanno uguale incidenza tra uomini e donne. Alla loro insorgenza, tra l’altro, può incidere anche l’alta pressione.

Anche se la sua incidenza non è elevata, la dissezione (o dissecazione) aortica può portare alla formazione di aneurismi ed è caratterizzata dallo slaminamento della tonaca media del vaso con formazione di un secondo lume (detto "falso lume") nel rivestimento della parete dell'aorta. Anche se può verificarsi in un qualsiasi punto dell’aorta, generalmente si verifica nell’aorta toracica. Anche in questo caso, le cause sono da ricercarsi nella pressione elevata oppure in traumi.
I sintomi degli aneurismi dell'aorta
Il sintomo più comune associato con gli aneurismi dell’aorta è il dolore nella regione colpita: negli aneurismi dell’aorta toracica, il dolore si concentra al torace o nella parte superiore della schiena mentre negli aneurismi dell’aorta addominale in sede addominale o lombare. Se dall’addome tale dolore tende ad irradiarsi all’inguine, ai glutei o alle gambe può essere il segnale della crescita, della dissecazione o della rottura aneurismatica.
Altri tipi di aneurismi
Gli aneurismi possono verificarsi in molte altre parti del corpo oltre l'aorta, come nel cervello (aneurisma cerebrale), all'inguine (aneurisma femorale), o dietro il ginocchio (aneurisma popliteo). Gli aneurismi cerebrali possono riguardare un vaso venoso o arterioso. È un disordine che coinvolge la struttura vascolare e porta alla distruzione della lamina elastica interna, fibrosi della media ed iperplasia intimale. Possono rompersi e causare un ictus. Gli aneurismi poplitei possono spesso essere sentiti come un rigonfiamento pulsatile dietro il ginocchio.