Crea sito

AMMION o AMMEIS

AMMION o AMMEIS

Ammi(o)n o Ammeis  (medico del II-III sec. d.C.).
Donna-medico della Cilicia Trachea, Turchia del sud, della quale ci è pervenuto un ultimo epitaffio che sembra formare un distico elegiaco :
Ὄβριμον ἰητῆρα καὶ Ἀμμειν τὴν σώτειρανΚαδου παῖς Κοπραΐς σῆμα τόδε ἀμφέ<βαλ>εν
E’ una scritta che si legge sull’architrave della porta di un monumento funerario, incisa su due righe in una tabula ansata (DIM. H. Max 0,49 m. L. 1,48 m. H. Let. 0,024-0,03 m.).
Queste parole ci parlano della sua professione e del suo monumento funerario. Si desume dall’iscrizione il nome del marito (Obrimos) che esercitava la professione medica (ἰητῆρα). Ciò suggerisce che Ammion, probabilmente, era una levatrice o una semplice assistente del marito chirurgo. Oppure che, in associazione col marito che curava gli uomini, riservasse le proprie cure per le persone di sesso femminile.
Il monumento si trova nell’antica Kalin Ören, 8 km. a nord dell’Anamur, l’antica città greca di "Anemourion"  , Ἀνεμούριον, sulle coste della Cilicia Trachea (l'assira Khilakku).