Crea sito

Amanita porphyria

 ESCAPE='HTML'

AMANITA PORPHYRIA

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE
CAPPELLO: 6-8 cm, prima convesso, poi aperto, carnoso, dal grigio violaceo al brunastro, in genere più scuro al centro, viscoso per l'umidità, può presentare frammenti grigi del velo.
LAMELLE: fitte e bianche, con lamellule.
GAMBO: 7-10 x 0,8-2 cm, cilindrico con grosso bulbo (avvolto dalla volva) arrotondato alla base, prima pieno poi farcito o cavo, biancastro o di colore simile al cappello, anello membranoso bianco-grigiastro.
CARNE: bianca, soda e abbastanza fragile. Odore forte di ravanello e sapore poco gradevole.
SPORE: bianche.

HABITAT: nei boschi di latifoglie e conifere, specie in terreni umidi e acidi, in estate-autunno.
COMMESTIBILITA': il fatto che non abbia quasi alcun valore di commestibilità non può giustificare l’affermazione che sia un fungo velenoso e quindi nocivo per l’uomo. Però, siccome può essere facilmente scambiato con la velenosissima Amanita pantherina, è assolutamente meglio evitare di consumarlo.