Crea sito

Albinismo

ALBINISMO

Etimologia : dal portoghese albino / usato ai tempi della schiavitù per individuare i soggetti negri bianchi dell’Africa nord-occidentale / a sua volta der. dal termine latino (tardo)  albinus  “lattiginoso, bianchiccio”, der. di albus “bianco” /.
L’albinismo si ritrova sia nel mondo vegetale che animale, spesso con percentuali di incidenza piuttosto basse in quanto viene selezionato in modo negativo. Esso è in genere associato, infatti, ad una minore mimetizzazione e ad una maggiore sensibilità alla luce solare. Nelle piante si presenta generalmente come una patologia congenita non dovuta alla scarsità di luce bensì alla mancata formazione della clorofilla; essa è resa evidente dal fatto che le foglie, o alcune di esse, ovvero altri organi della pianta, si presentano variegate da strisce o macchie, bianche o giallognole. Nell'albinismo parziale per mancanza di clorofilla (c.d. depigmentazione), relativamente più frequente, la screziatura dovuta a mancanza di pigmentazione è di solito limitata a piccole zone.