Crea sito

Acetone - Avvelenamento da acetone

 ESCAPE='HTML'

In caso di avvelenamento si raccomanda:


a) Chiamare per prima cosa il 118
b) Contattare i Centri Antiveleni

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

AVVELENAMENTO DA ACETONE

L'acetone (anche chiamato dimetilchetone, propanone e β-chetopropano) ha formula chimica CH3-CO-CH3.
E’ un composto organico volatile (ricordiamo qui che la volatilità è una proprietà chimico-fisica che rappresenta la tendenza di un solido o di un liquido rispettivamente a sublimare o ad evaporare). Esso si ritrova anche in natura (nelle piante, alberi, gas vulcanici e viene prodotto anche dall’organismo per la metabolizzazione dei grassi), evapora facilmente e si scioglie in acqua.
Trova principalmente impiego come solvente ma viene anche utilizzato in cosmetica.
L'acetone è un liquido incolore ed infiammabile con un odore caratteristico fruttato, odore che spesso – presente nel respiro - facilita enormemente anche la diagnosi di avvelenamento. La diagnosi può anche essere confermata dalla presenza di chetoni nelle urine.
Non ha effetti cancerogeni sulla salute se non oltre una durata specifica di esposizione.
Si ha avvelenamento da acetone laddove la quantità di acetone presente nell'organismo supera quella che il fegato è in grado di metabolizzare (fino a 200 ml.). L’avvelenamento (la cui incidenza è comunque molto bassa) può interessare principalmente il sangue ed il sistema nervoso con mal di testa, capogiri e solo in rari casi il decesso.
Trattamento: lavanda gastrica.
Non indurre il vomito in quanto si può verificare un danno alla mucosa che riveste la bocca e l'esofago.