Crea sito

ABBATE Onofrio (Pascià)

ABBATE Onofrio (Pascià)

Onofrio Abbate (dal 1882 Abbate Pascià) (medico, naturalista e scrittore italiano, Palermo, 29 febbraio 1824 – il Cairo, Egitto, 11 ottobre 1915).
Laureatosi in medicina a Palermo, si stabilì in Egitto nel 1845 dopo essersi occupato per molti anni di oftalmologia.
Durante l'epidemia colerica del 1848 prestò la sua opera quale medico dei cantieri per la costruzione del barrage del Delta.
Nel 1855 prese parte alla guerra di Crimea come medico-capo della flotta egiziana. In quell'occasione scrisse un opuscolo contro il traffico dei negri, invocando l'abolizione della schiavitù, che fu poi decretata dal viceré Mohamed Sa'id durante il viaggio nel Sudan, al quale prese parte anch'egli in qualità di medico di corte nel 1856-57 scrivendo anche una relazione molto interessante.
Nel 1856 compì un viaggio nel Sudan al seguito di Mohamed Said e ne scrisse una relazione molto interessante.
Ci ha lasciato un gran numero di scritti trattanti la medicina, le condizioni fisiche e sanitarie dell'Egitto, la storia delle scienze e specialmente la geografia e l'archeologia egiziane. Nel 1843 a Palermo aveva anche scritto il libretto per l'Oratorio Il giudizio universale musicato dal romano Pietro Raimondi.
Di ritorno dal viaggio nel Sudan, l'A. fu nominato medico dell'harem del viceré (ufficio che conservò anche sotto il governo del khedivé Ismāil) e medico particolare della viceregina.