Crea sito

OGOLA Margaret Atieno (o ODONGO Margaret Atieno) (02/12.06.1958 – 21.09.2011)

OGOLA Margaret Atieno (o ODONGO Margaret Atieno)

Margaret Atieno Ogola (o Margaret Atieno Odongo) (medico pediatra e scrittrice keniana, Asembo, regione di Nyanza, Kenia, 02/12 giugno 1958 – Nairobi, Kenia, 21 settembre 2011).
Dopo aver frequentato la Falls High School Thompson a Nyahururu e la Alliance Girls High School, conseguì la laurea nel Corso di Medicina e Chirurgia presso l’Università di Nairobi nel 1984.
Successivamente lavorò come ufficiale medico al Kenyatta National Hospital. Nel 1990, conseguì il Master of Medicine in Pediatria presso l'Università di Nairobi.
Dal 1998 al 2002 rivestì la carica di segretario esecutivo nazionale per la salute e la vita familiare della Conferenza Episcopale del Kenya.
Dal 1994 prestò la sua opera di pediatra e fu direttore medico del Cottolengo Hospice, un ospizio per l'HIV e per gli orfani di persone decedute per AIDS.
Dal 1994 al 1998 divenne il direttore esecutivo del FLACK (Family Life Counselling Association of Kenya).
Dal 1998 al 2002 fu segretario esecutivo nazionale della Commissione per la Salute & Family Life della Conferenza Episcopale del Kenya.
Nel 1999 a Ginevra le venne assegnato il Premio Familias per il servizio umanitario dal Congresso Mondiale delle Famiglie.
Nel novembre 2002 in Kenya divenne coordinatore dell’HACI (Hope for African Children Initiative), una partnership di diverse ONG internazionali - Piano, CARE, Save the Children, Società per le Donne e AIDS, la Conferenza Mondiale per la religione e la pace, e World Vision. Obiettivo principale dell'iniziativa era quello di rafforzare la capacità delle comunità africane a sostenere la cura per i bambini colpiti da HIV / AIDS e prevenire l'ulteriore diffusione del virus HIV.
Nel 2004 conseguì un Diploma Post-Laurea in Progettazione e Gestione di Progetti di Sviluppo presso l'Università Cattolica dell'Africa Orientale.
Dal 2004 al 2005 contribuì a fondare e gestire l'SOS HIV / AIDS Clinica per malati di AIDS (PLWAs) con supporto nutrizionale a 1000 persone delle baraccopoli.
Fu direttore dell'Istituto di Management Sanitario presso la Business School per l’anno 2009-2010.
Ogola era sposata con il dottor George Ogola, con 4 figli, e 2 bambini adottivi. Ricevette la chemioterapia per il cancro.
Scrisse tre romanzi, una biografia ed un manuale per i genitori. Molte persone, tra cui un'intera generazione di studenti del Kenya, l'hanno conosciuta attraverso i suoi libri, il più famoso Il Fiume e la Sorgente, che ha vinto nel 1995 il Premio Writer Commonwealth per il miglior libro nella regione africana ed il Premio Jomo Kenyatta nello stesso anno.
Come recitano anche le tappe della sua biografia, lottò per molti anni contro la povertà e per il riscatto delle donne Keniote ed africane. Considerò che la maggior parte dei poveri fossero donne, e in particolare le giovani donne, perché socialmente non considerate uguali agli uomini e quindi con minori possibilità di accesso all'istruzione ed alle risorse ad ogni livello. Ma non v’era ragione di conflitto tra uomo e donna: quest’ultima era portatrice della sua complementarietà poiché le era stata data la capacità di infondere la vita che è il dono più prezioso che ogni corpo può dare o ricevere.
Lottò contro il flagello dell’Aids ed attaccò i mostri sacri delle organizzazioni internazionali per lo sviluppo, insistendo sulla "disponibilità di metodi economici e sicuri di distanziamento delle nascite, come la pianificazione familiare naturale". Si ribellò alla sperimentazione in Africa di farmaci non testati. Si batté per il rafforzamento dei sistemi sanitari e per garantire a tutti un’educazione scolastica.